Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for novembre 2012

Ha debuttato il 18 novembre e ha un titolo suggestivo “#6 gradi”.
È il nuovo blog del Corriere.it e fra i primi post c’è quello di Daniele Manca, vice direttore del Corsera (Il virtuale non esiste più).

Il nome del blog si aggancia alla teoria dei sei gradi di separazione e questa è la spiegazione che nel blog stesso viene data: “Secondo la teoria dei sei gradi di separazione, ogni persona è collegata a un’altra attraverso una catena di conoscenze che conta non più di cinque intermediari. Per alcuni la nascita dei social network avrebbe azzerato questi passaggi. Ma si dibatte ancora se ciò che accade nella realtà corrisponda a ciò che avviene in rete. Che sia vero o meno, #6 gradi è un blog che racconterà ciò che accade sui social network, con l’aiuto di chi fa parte di questo mondo e con l’aiuto di voi lettori. Perché il virtuale ormai è reale. Nel bene e nel male“.

Mi interessano i social network, anche se spesso li osservo da esterna per non esserne inghiottita: la vita reale mi piace molto di più.
Ma il blog lo seguirò con attenzione, visto che mi piace saperne sempre qualcosa in più

 

Annunci

Read Full Post »

Roba da matti. Compro uno smartphone nuovo, in sconto sì ma sempre costosetto (non dico la marca del produttore e me lo riservo in caso per dopo, avendo fatto comunicazioni scritte: carta canta).
Tempo di utilizzo tre giorni, mostra i primi difetti. Chiamo per sapere se mi restituiscono i soldi e mi dicono che no, non possono, Ma mi farebbero un buono da spendere. E io penso: ma come? mi date una “sòla” e devo pure ricomprare da voi? Scema sì, ma non due volte.

Mando in assistenza – e pensa che sono una cliente business che dovrebbe avere la precedenza. Si prendono il cellulare il 24 ottobre e me lo rendono il 12 novembre. Alla faccia del celere… tutto è relativo a questo mondo, dunque.
Accendo il cellulare e dopo neanche due ore ripresenta lo stesso problema. Lo tengo una settimana per verificare che non sia un caso e constato che il guasto (spegnimento improvviso) si ripresenta ancora più spesso di quando lo avevo comprato.

Chiamo il servizio clienti, spiego la situazione chiedendo se sostituiscono il dispositivo che è sotto garanzia, non ha neanche due mesi di vita e ne ha passato circa un terzo in assistenza. Mi rispondono che posso riportarlo in assistenza.
Se il cliente dovrebbe essere re, In Italia come al solito non è nemmeno suddito. Non esiste proprio, anche se paga.
Morale della favola: devi rispolverarmi il codice del consumo e incazzarmi un po’ di più. Vediamo se produco l’effetto desiderato.

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: