Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for the ‘minuteria’ Category

Tutto in una mano

Annunci

Read Full Post »

Spesso alcune parole vengono logorate dall’uso, e stancano. Capita, invece, di deliziarsi le orecchie con un eloquio pulito, lineare ma ricco. O di leggere testi innovativi nei quali si utilizzano accostamenti forti fra parole nuove e antiche, almeno nel suono.

Ho avuto un’esperienza strana pochi giorni fa. Ero in una sala d’attesa, la radio sintonizzata su un programma noto – e la voce dello speaker è altrettanto conosciuta – e lo schermo del televisore, sospeso in alto, dove scorrevano immagini di uno speciale tg di approfondimento. Non potevo ascoltare l’audio, lasciato muto, e mi sono concentrata sulle immagini.

Ad un tratto, tre parole – o meglio tre aggettivi – hanno invaso lo schermo ordinate una dietro l’altra: interattiva, collettiva e virale.
Si parlava di comunicazione.
Tre aggettivi familiari, ormai quasi scontati nell’era del web 2.0: eppure la chiarezza e l’ordine d’ingresso mi sono rimasti in mente.
Una piccola osservazione: la quantità delle parole impiegate e la loro posizione nell’insieme può produrre effetti. Tanto che sono qui a parlarne.

Read Full Post »

Notizia di sicuro lo è stata e lo è ancora, se ne parla pure nei social network.
Ma Leopardi cosa avrebbe commentato nell’ascoltare Dustin Hoffman che cerca di declamare il suo “Infinito“? Questa è una bella domanda, che resterà meravigliosamente senza risposta.

Mina, la grande Mina, ha detto la sua un po’ di tempo fa. La Regione Marche, che ha ingaggiato il grande attore made in Usa per promuovere il territorio con lo spot “Marche, le scoprirai all’infinito!”, ne è entusiasta. E ci mancherebbe.

Io dico la mia, magari. Ho visto lo spot e sono scoppiata a ridere. Non so se per la sorpresa – che è? uno scherzo? – o per non pensare troppo a come vengono spesi i soldi. Sì, perché anche se dicono che sono fondi europei, qualcuno le monetine le avrà dovute pure tirar fuori dalle tasche. E allora impegniamo di più la mente, il cuore e il genio delle persone. Se scomodiamo uno come Leopardi, almeno un pizzico di genialità bisognerà pure renderla indietro. Dustin Hoffman è un grande, ma purtroppo la sua dizione italiana è un po’ carente. Forse troppo, proprio per lo spot che lo vede protagonista.

Le parole sono importanti.

P.S. Sono marchigiana, e ne sono orgogliosa. E dello spot faccio salve l’idea e le immagini della mia terra, che sono strepitose!

Read Full Post »

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: